vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Revello appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Cuneo

VERIFICAZIONE PERIODICA STRUMENTI METRICI

VERIFICAZIONE PERIODICA STRUMENTI METRICI

21 gennaio 2019

Premesso che la metrologia legale serve a garantire la correttezza delle misure utilizzate per le transazioni commerciali e, più in generale, a garantire la pubblica fede in ogni tipo di rapporto economico tra più parti, attraverso l’esattezza della misura, si rammenta che dal 18 settembre 2017 è in vigore il Regolamento recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale e europea - D.M. 21 aprile 2017 n. 93, che va ad abrogare e sostituire tutti i decreti, le direttive e i regolamenti riguardanti le modalità di esecuzione della verifica periodica, gli obblighi degli utenti metrici e le procedure di autorizzazione dei laboratori.
Il Regolamento si applica ai controlli degli strumenti di misura soggetti alla normativa nazionale e europea utilizzati per funzioni di misura legali (ad esempio strumenti per pesare, distributori di carburanti, misuratori per gas, acqua, energia elettrica e calore, strumenti per pesare a funzionamento automatico per preconfezionati).
Il Regolamento introduce inoltre il libretto metrologico per ciascun strumento metrico, contenente i dati identificativi dello strumento stesso, che dovrà essere compilato in occasione di ciascuna attività di verifica, riparazione o sorveglianza.
Dall'entrata in vigore del Regolamento è previsto un periodo transitorio di 18 mesi, che terminerà il 17 marzo 2019, durante il quale le verificazioni potranno essere effettuate dal personale dell'ufficio metrico della Camera di commercio o da un laboratorio già autorizzato da una Camera di commercio o da Unioncamere secondo la normativa precedente.
In seguito la verificazione periodica potrà essere eseguita solo dagli organismi riconosciuti idonei ai sensi del nuovo Regolamento, mentre alle Camere di commercio rimarranno le competenze di controllo e vigilanza.
Le Camere di commercio formano l'elenco dei titolari degli strumenti di misura sulla base dei dati del registro imprese e avvalendosi delle informazioni fornite dai comuni e da altre amministrazioni pubbliche.

Allegati